Neopatentati: limitazioni e regole da rispettare

neopatentati: regole e limitazioni

Tutti coloro che hanno conseguito la patente B da poco sono definiti Neopatentati. Per alcuni aspetti sono considerati tali solo per il primo anno, in altri casi per i primi tre.

I neopatentati sono soggetti a limitazioni e a sanzioni doppie, ma vediamo meglio tutto ciò che c’è da sapere sulle regole da rispettare per i primi anni da “patentati”.

Limitazione di potenza e velocità

Secondo l’articolo 117 del Codice della Strada i neopatentati non possono guidare tutte le automobili! Sono permesse solo le auto con una potenza non superiore a 70 kw e un rapporto peso/potenza non superiore di 55 kw/Ton. Questo solamente per il primo anno, poi si può guidare un auto più potente. Coloro che non rispetteranno questa norma dovranno pagare una multa di 150€ con sospensione della patente da 2 a 8 mesi.

Neopatentati: limitazioni e regole da rispettareLo stesso vale per il limite di velocità, in autostrada un neopatentato non potrà superare i 100 Km/h anziché 130 Km/h e nelle strade extra urbane dovrà viaggiare ad una velocità al di sotto di 90 Km/h invee di 110 Km/h. Il mancato rispetto di questa normativa porterà alla multa, alla sospensione della patente e alla decurtazione doppia dei punti sulla patente.

Tolleranza alcool zero!

La normativa italiana stabilisce come valore limite legale il tatto di alcolemia di 0,5 g/l e oltre questo limite la persona al voltante viene considerata in stato di ebrezza, subendo una sottrazione di 10 punti dalla patente e severe sanzioni.

Per i neopatentati vale le regola del tasso alcolico zero, perciò non si può mangiare neanche un Mon Cherì prima di mettersi alla guida. In questo caso si viene considerati neopatentati per i primi tre anni dal conseguimento della patente.

Patenti a punti per i neopatentati

 

Secondo le leggi del Codice della Strada se a commettere un infrazione è un neopatentato la decurtazione dei punti sulla patente verrà raddoppiata. In seguito al 13 agosto 2010, i neopatentati che nei primi tre anni di patente non commettono infrazioni, avranno 1 punto di bonus per ogni anno trascorso, arrivando ad un massimo di 3 punti.Neopatentati: limitazioni e regole da rispettare

Sospensione della patente per i neopatentati

Secondo l’articolo 218-bis del Codice della strada se, nei primi tre anni dal conseguimento della patente A o B, si commette una violazione per cui è prevista la sospensione della patente, la durata della stessa è aumentata di un terzo alla prima violazione, raddoppia alle successive. In più, quando si commette una di queste infrazioni, il periodo in cui la sospensione aumenta di durata è portato a cinque anni.

Obbligo del contrassegno Principiante

 

Molte auto presentano la lettera P per indicare agli altri guidatori che al volante c’è un principiante perciò di tenersi a debita distanza. Tuttavia i neopatentati non hanno l’obbligo di porre la P sul retro dell’auto.

L’articolo 122 comma 4 del Codice della Strada stabilisce che solo gli autoveicoli per le esercitazioni e gli esami di guida devono essere muniti della lettera P, quindi sono quanto si è in possesso del foglio rosa. Una volta presa la patente si può rimuoverla tranquillamente.

Esame di guida, come prepararsi al meglio senza ansia e stress

esame di guida, la patente a portata di tutti

Il giorno del diciottesimo compleanno è sempre atteso con ansia, sia perché si diventa maggiorenni, sia perché da quel momento in poi si acquista la capacità di compiere determinate azioni fin ora bandite. Una di queste è saper guidare un’auto. Sappiamo benissimo che non è facile prendere la patente perché dobbiamo prima superare due esami. Il più temuto è l’esame di teoria, il più aspettato è l’ esame di guida.

“Superata la teoria, è fatta!”. Quante volte abbiamo sentito dai nostri ragazzi questa frase. Ma non è sempre così. L’esame di pratica richiede la stessa concentrazione dell’esame di teoria, se non addirittura maggiore.

 

Nell’esame di teoria potete permettervi di pensare ad una risposta sbagliata e poi correggerla in un successivo momento, nell’esame di guida non si ammettono distrazioni e ogni minimo errore verrà annotato dall’esaminatore della Motorizzazione Civile che vi giudica.

Ma non spaventatevi troppo, mantenete la calma e vedrete che tutto andrà per il meglio. Non vi si chiederà nulla di diverso da quello che già avete imparato durante le lezioni.

Quanti errori sono ammessi all’esame di guida?

 

Al contrario della teoria, dove al quinto scatta la bocciatura immediata, nella pratica non c’è un numero da seguire ma dipende dalla gravità dell’errore commesso. Vediamo quali sono gli errori più comuni commessi alla guida da evitare durante l’esame.

Distrazione

Esame di guida, come prepararsi al meglio senza ansia e stress

Al primo posto c’è sicuramente la distrazione, che non manca mai quando siamo in preda all’ansia. Dimenticarsi le regole base è sicuramente il modo peggiore per iniziare l’esame. Perciò controllate se avete con voi il foglio rosa e la carta d’identità, regolate il sedile, gli specchietti laterali e lo specchietto retrovisore, allacciate la cintura, accendete il motore, mettete la freccia e guardare la strada prima di partire!!!

Occhio ai segnali stradali

“Quando si è al volante bisogna avere mille occhi”. Questa è la classica frase che tutte le mamme dicono ai propri figli, ed effettivamente è proprio così. Fate attenzione ai segnali stradali, date la precedenza, mettete sempre la freccia ad ogni svolta, rispettate i semafori e non superate i limiti di velocità. Non dimenticatevi del cambio!! Il cambio corretto delle marce è una delle cose più osservate dagli esaminatori. Non abbiate paura, dimostrate di saper fare correttamente il gioco prima-seconda!

Prudenza in curva

Quando guidate in curva non premete la frizione e non lasciate il volante mai. Se la strada è in salita ricordatevi di usare marce basse e se è in discesa quelle più alte, anche la quarta o addirittura la quinta ma il piede non deve mai stare sull’acceleratore in discesa, deve stare sempre pronto sul freno.

Percezione dello spazio

Quando vi sedete in macchina dovete capire la dimensione del mezzo che state guidando. Non urtate i marciapiedi durante
il parcheggio e i vari ostacoli con gli specchietti.

Non fatevi prendere dal panico!

L’ansia è il nostro nemico numero uno. Perciò durante l’esame di scuola guida mantenete la calma e sostenete l’esame solo quanto vi sentirete davvero pronti. E ricordate che l’auto con cui vi esamineranno è dotato di doppi comandi perciò non potrà succedervi nulla.

Errore che potrebbero compromettere l’esito dell’esame

Gli errori più gravi, quelli che non dovrebbero essere mai fatti, sia durante l’esame patente che nella realtà di tutti i giorni sono i seguenti:

– non utilizzare le frecce;

– frenare bruscamente;

– suonare il clacson;

– far indietreggiare molto la vettura nella partenza in salita;

– non fermasi agli stop;

– rispondere al cellulare;

– superare i limiti di velocità;

– far spegnere il motore più volte;

– non riuscire a fare le manovre richieste;

– non tirare il freno a mano durante la sosta;

– commettere sempre lo stesso errore;

– non dare la precedenza sia alle macchine che ai pedoni.

Infine, non cadete nei tranelli dell’esaminatore!

Esame di guida, come prepararsi al meglio senza ansia e stress

E già, avete capito proprio bene! In due esami su cinque gli esaminatori valutano le competenze degli allievi tramite dei tranelli. Questo dimostra quanto riflettiamo su una manovra prima di compierla.

Può capitare che vi chiedano di parcheggiare in divieto di sosta, fare inversione a “U” dove non si può o prendere una strada contromano. Ma il tranello più comune, quello che ha stroncato sul nascere molte patenti, riguarda la posizione che assume l’esaminatore: si metterà in modo da ostacolarvi la vista in caso di manovra. Voi dovete chiedergli di spostarsi! Non abbiate paura, se non lo farete potreste dover rifare l’esame!!

Superato l’esame scuola guida sei finalmente neopatentato.

 
 
CHIAMA SUBITO 0694802308
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

0694802308